Edizione ibrida per Carbonia Film Festival 2020

Dal 6 all’11 ottobre una piattaforma streaming affiancherà una serie di appuntamenti per la città. Svelato il manifesto dell’edizione 2020 a cura di Sarah Mazzetti

di Antonio Tore

Dal 6 all’11 ottobre 2020 torna il Carbonia Film Festival, appuntamento con il cinema di qualità
legato a due tematiche centrali nel dibattito contemporaneo oltre che profondamente radicate nel
territorio che ospita il festival, ovvero migrazioni e lavoro.

Da sempre il festival, oltre al focus sulle narrazioni tematiche, dà spazio a opere che si contraddistinguono per sperimentazione e ricerca linguistica con un’attenzione ai talenti più promettenti del cinema internazionale.

La manifestazione è organizzata dal Centro Servizi Culturali Carbonia della Società Umanitaria,
Fabbrica del Cinema e Cineteca Sarda, insieme alla Regione Autonoma della Sardegna e al
comune di Carbonia, con il sostegno di Fondazione Sardegna Film Commission e la direzione
artistica di Francesco Giai Via.

L’appuntamento per l’edizione 2020 con il Carbonia Film Festival sarà online grazie all’accordo con
un partner importante come Festival Scope, piattaforma internazionale che negli anni si è imposta
come un attore importante nell’industria cinematografica e che durante l’emergenza Covid-19 è
stata partner di quei festival come CPH:DOX e Vision du Réel che per primi, nel periodo del
lockdown, hanno deciso di proporre un’edizione online.

Anche l’edizione 2020 di Carbonia Film Festival sarà realizzata in partnership con Festival Scope e
Shift72, piattaforma leader per i servizi di video streaming che vanta collaborazioni con festival
importanti tra cui Marché du film di Cannes e SXSW.

La programmazione del Carbonia Film Festival varca i confini regionali e sarà fruibile in streaming
gratuitamente su tutto il territorio nazionale, anche se non mancherà una selezione di
appuntamenti pensati appositamente per la città. La struttura del festival rimane invariata, con i
due concorsi internazionali lungometraggi e cortometraggi e una serie di eventi speciali.

Parallelamente alla selezione dei film gli spettatori potranno accedere anche ad un ricco calendario
di incontri e masterclass online realizzato in partnership con Eja TV.

“Viviamo una fase in cui i limiti del nostro agire quotidiano sono sottoposti costantemente ed in
modo spesso imprevedibile a variazioni, aggiustamenti e cambiamenti repentini. Come festival
lavoriamo da sempre con costanza sulla costruzione di forme di partecipazione del pubblico e oggi
queste vanno forzatamente ripensate con il massimo della creatività e della flessibilità possibile” –
dichiara Francesco Giai Via, direttore artistico del festival – “Per spirito e attitudine preferiamo
guardare ai limiti come base per la costruzione di nuove opportunità ed è in quest’ottica che
abbiamo deciso di costruire quello che sarà Carbonia Film Festival 2020, un evento ibrido in cui
conviveranno proiezioni e incontri online con un gruppo di eventi pensati e costruiti per il pubblico
della nostra città. Un festival radicato nella sua storia ma che, non solo per obbligo ma anche per
scelta, vuole guardare al futuro e alle sue possibilità.

L’esperienza con Festival Scope non si esaurirà nei giorni del festival, bensì il CSC Carbonia
Società Umanitaria – Fabbrica del Cinema e la Cineteca Sarda, insieme al Centro Servizi Culturali
di Alghero, hanno deciso di promuovere una programmazione online per 12 mesi, così da proporre
le proprie iniziative a tutto il territorio nazionale, in un’importante occasione di sperimentazione e
promozione del proprio lavoro e patrimonio.

“Le condizioni imposte dalle restrizioni dovute alla pandemia rappresentano il triste riflesso di
quanto stiamo vivendo ma, al tempo stesso, un’opportunità di crescita e sviluppo” aggiunge Paolo
Serra, Direttore del Centro Servizi Culturali Carbonia della Società Umanitaria “Se da un lato
Festival Scope permetterà un’esperienza sicura e di qualità per il pubblico a casa, dall’altro avremo
la possibilità di superare i confini territoriali imposti dall’insularità coinvolgendo un numero potenziale di appassionati cinefili molto più ampio di quanto fatto fin ad oggi. La nostra proposta si articolerà nell’arco di 12 mesi e sarà condivisa con gli altri Centri di Servizi Culturali di Cagliari e Alghero con i quali programmare lo streaming di film e contenuti allo scopo di valorizzare le nostre attività e il contenuto dell’archivio regionale, la Cineteca Sarda. La programmazione online non sostituirà le attività in presenza di pubblico ma sarà l’occasione di promuovere al meglio servizi e attività proposte dai Centri e capitalizzare l’investimento della Regione Sardegna.”

Il manifesto dell’edizione 2020 del Carbonia Film Festival è firmato da Sarah Mazzetti, illustratrice
e fumettista bolognese che vanta collaborazioni prestigiose con testate quali The New York Times,
The New Yorker e The Guardian, nel 2017 ha pubblicato il suo primo fumetto per bambini: I gioielli di Elsa, per Canicola edizioni, ha vinto nel 2019 il prestigioso Premio Internazionale di Illustrazione Bologna Children’s Book Fair – Fundación SM.

Una ragazza rivolge lo sguardo e la sua immaginazione ad un cielo pieno di astri, mentre dalle
fondamenta del passato germoglia come una nuova vita una natura coloratissima. Questa
l’immagine potente ed evocativa realizzata da Sarah Mazzetti per l’edizione 2020, in cui le
dicotomie del Carbonia Film Festival, terra e cielo, memoria e ricerca, radici e sperimentazione
prendono vita.

Tel. +39 0781671527

email: info@carboniafilmfest.org