Carloforte: sabato al via “L’isola dei libri”

Sabato a Carloforte al via “L’isola dei libri”. Sino al 23 agosto, sempre alle 20,30, la quinta edizione del festival proporrà otto appuntamenti con la lettura e i suoi protagonisti. In arrivo Carla Fiorentino, Sandro Bonvissuto, Ritanna Armeni, Ciro Auriemma, Renato Troffa, Eleonora Carta e altri. Durante i giorni della manifestazione saranno visitabili anche due mostre

di Antonio Tore

Edizione numero cinque per L’isola dei libri, il festival letterario organizzato a Carloforte dall’associazione Saphyrina che, nonostante le difficoltà legate all’attuale emergenza sanitaria, ha deciso di non rinunciare al suo progetto.

Da sabato 25 luglio a domenica 26 agosto sono in programma nove appuntamenti con altrettanti autori di respiro nazionale: un’occasione di incontro e confronto capace di coinvolgere gli abitanti del posto ma anche i numerosi visitatori che in questo periodo dell’anno si trovano nell’isola di San Pietro.

Rispetto alle passate edizioni quest’anno gli appuntamenti non saranno tra vicoli e caruggi ma, nel rispetto della normativa di contenimento del covid 19, si svolgeranno quasi tutti nei suggestivi spazi del Giardino di note.

Sabato 25 luglio a inaugurare l’edizione 2020 dell’Isola dei libri è, alle 20,30Carla Fiorentino, autrice sarda nata a Cagliari nel 1979, che da quasi vent’anni vive e lavora a Roma. In dialogo con la direttrice del festival Lorenza GarbarinoFiorentino parlerà del suo ultimo libro “I tonni non nuotano in scatola”, uscito a giugno per Fandango edizioni.  Un romanzo avvolgente e ironico, dove tra i protagonisti ci sono anche Carloforte e il suo mare.

Lunedì 27 luglio doppio appuntamento tutto dedicato alla cultura tabarchina: si parte alle con un carlofortino doc come Antonello Rivano, coordinatore della testata “Polis SA”, che presenterà “C’era una volta il tabarchino”, una relazione tratta dalla rivista “Azione” a cura di Mimmo Oliva pubblicata da Polis SA.

A seguire, arriva il linguista Fiorenzo Toso per un focus sui Più antichi testi in tabarchino. Introduce la serata Nicolo Capriata, presidente dell’associazione Saphyrina.

Venerdì 31 luglio tappa carlofortina per “Giallo sardo”, un mosaico di storie policrome ambientato in Sardegna uscito nelle scorse settimane per Piemme editore. A presentare il libro, nell’incontro moderato dal libraio Andrea Luxoro ci saranno tre degli autori: Ciro Auriemma, Renato Troffa ed Eleonora Carta.

L’odore dello scirocco” di Gianluca Massa è il libro al centro dell’incontro di lunedì 3 agosto, quando l’autore sarà intervistato dalla docente di lettere Gabriella Olanda, mentre giovedì 6 agosto, in collaborazione con il festival culturale Liberevento dell’associazione Contramilonga, è in programma un incontro con la giornalista e saggista Ritanna Armeni. In dialogo con la docente di lettere Giovanna Vitiello Armeni presenterà “Mara. Una donna del Novecento”, romanzo pubblicato nei mesi scorsi da Ponte alle grazie che racconta la storia della tredicenne Mara e, con questa, quella delle donne durante il fascismo.

Sandro Bonvissuto, uno dei fenomeni letterari degli ultimi anni, è il protagonista della serata del 9 agosto quando, incalzato dallo scrittore e antropologo Luca Navarra parlerà del suo ultimo libro: “La gioia fa parecchio rumore”, pubblicato quest’anno dalla casa editrice Einaudi. Un libro che parla di calcio, riuscendo però ad andare oltre sino a toccare le corde dell’intimo umano.

Evento speciale il 23 agosto alle 19 quando nel Bar alla fontana arriva Simona Bertocchi con il suo “I pasticci di Leonardo” (edito da Il giovane Holden). La scrittrice, più volte vincitrice di premi in tutta Italia, dialogherà con Lorenza Garbarino. Durante la serata degustazione dei pasticci di Leonardo da Vinci.

A corredo del festival sono state organizzate anche due mostre. La prima, dal titolo “Velieri americani da J. Fenimore Cooper a H. Melville”, a cura di Marco Sioli, docente all’Università Milano Statale, sarà inaugurata il 28 luglio alle 20,30 all’Exme. Sino al 7 agosto nelle immagini ottocentesche, affascinanti incisioni su pietra, colorate a mano nella stamperia di Currier & Ives a New York, sopravvive il mondo raccontato dai due scrittori e quello dei grandi velieri americani.

Il 22 agosto alle 20,30 nello spazio antistante l’atelier di via XX Settembre sarà visitabile invece “Anime di carta”, libri d’artista di Anna Magnani, ex insegnante che propone lavori incentrati prevalentemente sulla figura femminile. Immagini di carta ritagliata da riviste che parlano, parole che evocano. Con quel pizzico di ironia che diverte e fa riflettere strizzando l’occhio al lavoro dell’immensa Wislawa Szymborska.

L’isola dei libri è organizzata con il contributo del Comune di Carloforte.

In collaborazione con: Festival culturale Liberevento, Polis SA Magazine, Delcomar, Sulcis Iglesiente OggiRadio San Pietro, Libreria dai Giurnoli, Bar Alla Fontana, l’atelier di via XX settembre.

 

Informazioni: pagina Fb L’isola dei libri