Nuovo maestro del Coro del Lirico e tre nuovi appuntamenti all’Arena all’aperto di piazza Nazzari

Il sindaco Truzzu: “Sono contento di questa scelta e certo dell’ottimo lavoro che il maestro Giovanni Andreoli potrà svolgere anche a Cagliari”

di Antonio Tore

“Riconosciuto come uno dei maggiori interpreti della musica nel panorama nazionale e internazionale, sono contento di questa scelta e certo dell’ottimo lavoro che potrà svolgere anche a Cagliari”.

A dirlo Paolo Truzzu, nella doppia veste di presidente della Fondazione Teatro Lirico e sindaco di Cagliari, a margine della conferenza stampa di presentazione dei tre nuovi appuntamenti di “Classicalparco 2020” e della prima uscita ufficiale di Giovanni Andreoli, nuovo maestro del Coro della principale azienda culturale della Sardegna, appena arrivato dal Sao Carlos di Lisbona, chiamato a ricoprire l’incarico di Donato Sivo che ha lasciato il capoluogo dopo tre anni.

“Torno in Italia con una Cavalleria”, scherza il musicista, con una carriera, oltre che all’estero, alla Rai di Milano, a La Fenice di Venezia, al Carlo Felice di genova, all’Arena di Verona dove è rimasto fino al 2011. Oggi a Cagliari il maestro Andreaoli si presenterà alla città l’8 settembre. Proprio con il melodramma in un atto “Cavalleria rusticana”.

La Stagione estiva 2020 del Teatro Lirico di lirica, concerti e danza che ha inaugurato la nuova Arena all’aperto di piazza Amedeo Nazzari e che ha sempre registrato, in luglio e agosto, il gradimento del pubblico, “prosegue anche per tutto il mese di settembre”, ha spiegato il sovrintendente Nicola Colabianchi.

Tre gli appuntamenti musicali per complessivi nove spettacoli, dunque. “Cavalleria rusticana”, di Pietro Mascagni. L’opera, la cui ultima rappresentazione a Cagliari risale al maggio 2018, viene eseguita in forma di concerto per 5 recite (8-10-12-15-17 settembre) e viene diretta da Valerio Galli, affermato direttore toscano al suo debutto a Cagliari, mentre. Nei ruoli principali, cantano: Alessandra Volpe (Santuzza), Amadi Lagha (Turiddu) e Devid Cecconi (Alfio), ottimi artisti già applauditi, più volte, dal pubblico cagliaritano in anni recenti.

Il 18 e19 settembre ritornano i due complessi stabili della Fondazione per un programma musicale che prevede tre delle pagine di musica sacra e sinfonica di Gabriel Fauré, più raffinate e pregiate: “Pelléas et Mélisande, suite dalle musiche di scena op. 80”, “Cantique de Jean Racine op. 11” e “Requiem per soli, coro e orchestra op. 48”. I tre brani sono diretti da Valerio Galli e il Requiem che nel marzo 2015 raccolse ampio successo e apprezzamento nel pubblico del Teatro Lirico, presenta anche due ruoli solistici che si esibiscono: il soprano Claudia Urru e il basso Francesco Leone. “Le due serate sono affettuosamente dedicata alle vittime colpite dal Coronavirus – ha sottolineato il maestro Colabianchi – e a tutto il personale sanitario coinvolto”.

“Classicalparco 2020” si conclude il 25 e 26 settembre. Protagoniste delle serate ancora l’Orchestra e Coro del Teatro Lirico con un omaggio a Ennio Morricone, scomparso il 6 luglio scorso. A dirigere è stato invitato Andrea Morricone, figlio del maestro.

Ogni spettacolo inizia alle 20,30, ha una durata complessiva di circa 80 minuti e non prevede l’intervallo. All’Arena all’aperto di piazza Nazzari sono anche presenti 3 gazebo lungo il percorso d’ingresso del pubblico, utilizzati come postazioni di controllo temperatura, verifica biglietti e igienizzazione obbligatoria delle mani. I biglietti serali che possono essere acquistati alla Biglietteria del Teatro Lirico (da lunedì a sabato dalle 9 alle 13 e, nei giorni di spettacolo, anche dalle 16 alle 18), includono, oltre l’indicazione del posto numerato, anche l’orario d’ingresso all’Arena, in base ai tre settori della platea, in modo da contingentare il flusso del pubblico. Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it .