Bando della Regione per sostegno attività tonnare, apicolture e allevamento mitili

redazione

Al via l’Avviso pubblico a sportello che prevede aiuti a favore delle micro, piccole e medie imprese operanti nei settori delle tonnare, dell’allevamento dei mitili e dell’apicoltura.

Il provvedimento è stato approvato di concerto con l’assessore regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, e prevede una dotazione finanziaria complessiva di 1 milione e 500 mila euro, ripartita in egual misura con un importo pari a 500 mila euro per tipologia di attività economica.

“Quest’anno gli effetti negativi della crisi Covid sul mercato e le avversità climatiche hanno colpito settori di fondamentale importanza per l’economia della Sardegna. Soprattutto le piccole aziende, che rappresentano la maggioranza tra gli apicoltori, hanno risentito del lockdown e della conseguente riduzione delle vendite. Il bando a cui diamo il via è uno degli strumenti primari per sostenere il settore nel segno della qualità e della tipicità della produzione”. Ha commentato così l’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, in merito alla pubblicazione del bando, in attuazione della Legge 22, che prevede finanziamenti a sostegno delle micro, piccole e medie imprese operanti nei settori delle tonnare, dell’allevamento dei mitili e dell’apicoltura, nella misura di Aiuti una tantum.

“Il crollo dei consumi dovuto alla chiusura dei ristoranti ha messo in forte difficoltà l’intero settore della mitilicoltura e delle tonnare. Sostenere i produttori del comparto e garantire il mantenimento dei livelli occupazionali risulta essere la nostra priorità”, conclude l’esponente della giunta Solinas.

La presentazione delle domande potrà essere effettuata esclusivamente utilizzando l’applicativo reso disponibile dalla Regione Autonoma della Sardegna nell’ambito del Sistema Informativo del Lavoro e della formazione Professionale all’indirizzo: www.sardegnalavoro.it, a partire dalle ore 09.00 del 22 ottobre 2020 ed entro e non oltre le ore 23.59 del 12 novembre 2020, per consentire la predisposizione degli atti finalizzati alla concessione dell’Aiuto (farà fede la data di invio telematico certificata dal SIL).