Cagliari-Sampdoria 2-0: Nandez incontenibile

Il ritorno di Ranieri a Cagliari ha coinciso con la vittoria del Cagliari. Nandez mette il piede in tutte le azioni dei rossoblù e segna anche un gol

di Antonio Tore

Un primo tempo avaro di emozioni in cui si deve segnalare un’unica occasione capitata a Joao Pedro che, con un colpo di testa, colpisce l’incrocio dei pali.

Al 40° l’episodio che probabilmente costituisce una svolta nell’incontro: Augello atterra Nandez poco oltre la linea di metà campo. Inizialmente l’arbitro estrae il cartellino giallo, ma date le proteste del Cagliari, decide di controllare al VAR e opta per l’espulsione del giocatore blucerchiato in quanto ultimo uomo. che nega al numero 18 l’occasione di involarsi verso l’area della Samp.

E all’inizio del secondo tempo il Cagliari passa in vantaggio: Joao Pedro supera con un sombrero Tonelli che, con un fallo di ostruzione, atterra il numero 10. L’arbitro non ha esitazioni e fischia il calcio di rigore.

Lo stesso brasiliano si incarica della trasformazione e porta in vantaggio il Cagliari con il 5° gol personale.

La partita prosegue a ritmi blandi, con il Cagliari che sembra controllare, ma compie degli strappi di velocità soprattutto con Nandez che procura brividi alla retroguardia della Sampdoria.

Al 68° raddoppio del Cagliari. Simeone recupera un pallone nella propria metà campo e lancia Nandez che si invola  a grande velocità verso l’area blucerchiata e batte  il portiere Audero, impreziosendo col gol un’altra prestazione maiuscola.

C’è tempo anche per l’ingresso di Pavoletti al posto di Simeone e, all’87° per la prima e unica facile parata di Cragno.

Da mettere in evidenza l’ennesima prova maiuscola dell’incontenibile Nandez che finisce la partita con i crampi e utilizzato da Di Francesco in diverse posizioni.