La realtà in uno scatto: Le Ferrovie dello Stato

Ogni settimana vogliamo salutarvi e ringraziarvi per essere sul nostro giornale, proponendovi una foto della realtà che ci circonda.

di Annalisa Pirastu

La stazione di Cagliari  si trova in Piazza Matteotti, quartiere di Stampace.

Costruita dalla Compagnia Reale delle Ferrovie Sarde, venne edificata in una zona che era allora di aperta campagna e fu inaugurata il 23 luglio 1879.

Nel 1920 la stazione, venne nazionalizzata. L’edificio principale, realizzato su progetto dell’ingegnere  Luigi Polese, fu ristrutturato su progetto dell’architetto Roberto Narducci: le due terrazze laterali che caratterizzavano il fabbricato furono rimosse,

Durante la seconda guerra mondiale la stazione fu privata della struttura metallica di copertura, fusa e riutilizzata per fini bellici. Nel 1943 Cagliari fu bombardata dagli aerei alleati, che danneggiarono l’edificio. In particolare un ordigno cadde nelle officine, causando una strage di ferrovieri, commemorati con un ceppo.

Negli anni 80 nell’ambito del raddoppio della linea Cagliari-Decimomannu, e del fallito progetto di elettrificazione della rete sarda, il terminal passeggeri fu ammodernato, e i binari vennero portati da 4 a 8.

Il principale edificio, il fabbricato viaggiatori,  ha  forma a U. La facciata presenta decorazioni in  stile umbertino, colonne di canoni ionici ed un timpano in cui sono compresi un orologio, la dicitura Ferrovie dello Stato, e lo stemma sabaudo.