La realtà in uno scatto: Palazzo Doglio

di Annalisa Pirastu

L’edificio trapezoidale costruito a metà degli anni Venti, al centro di uno dei quartieri storici di Cagliari, si estende tra via Logudoro, via Goceano e via Nuoro.

In gran parte ridotto a macerie, durante la Seconda Guerra Mondiale, è stato poi ricostruito, rispettando le sue caratteristiche originali, tra cui i fregi Liberty, stile diffuso tra Ottocento e Novecento, nelle principali città europee.

Il Forte Village detiene ora la proprietà di Palazzo Doglio. La ristrutturazione si è mantenuta fedele alla autenticità del palazzo che, precedentemente alla sua riconversione in hotel, ospitava gli uffici della Prefettura.

Il tufo, materiale usato abbondantemente a Cagliari per le costruzioni, dona all’edificio, grazie a tecniche moderne, una luminosità dorata di grande effetto. Di forte impatto la corte interna con la fontana al centro, su cui si affacciano i ballatoi e i loggiati Liberty.

Si prevede per l’intera zona, un importante restyling. La suggestiva Piazza San Cosimo, con la paleocristiana Basilica di San Saturnino, chiesa più antica dell’isola, circondata dalla zona pedonale, renderà l’area un’autentica gemma incastonata all’interno della città di Cagliari.