Finanziati dalla Regione i lavori di bonifica di siti contaminati

Ambiente, Assessore Lampis: “Quasi 2 milioni di euro per bonificare siti contaminati da ex discariche rifiuti urbani”

redazione

“Le ex discariche di rifiuti solidi urbani dismesse costituiscono potenziali e pericolose sorgenti di contaminazione dell’ambiente. Perciò, tenuto conto delle priorità indicate nel ‘Piano regionale della bonifica delle aree inquinate’, approvato nel 2019, delle richieste dei Comuni e dei programmi di spesa finora realizzati, abbiamo individuato i siti da finanziare per proseguire nella fase di bonifica”. Lo ha detto l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis, illustrando lo stanziamento di 1 milione 920mila euro per attività di caratterizzazione, analisi di rischio ed interventi di bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati.

Sono state censite 404 discariche monocomunali, delle quali 59 di alta e 134 di media priorità: 15 siti si trovano nel territorio della Città metropolitana di Cagliari; 91 nella provincia di Sassari; 105 nella provincia del Sud Sardegna; 106 nella provincia di Nuoro; 87 nella provincia di Oristano.

Al Comune di Budoni (discarica Punta Arasolu) sono stati assegnati 80mila euro; a Fluminimaggiore (Sa Truba de is Paras) 30mila; a Serrenti (Bruncu Laccus) 40mila; a Talana (Costa’e Oddala, Iloé) 42.500 euro; a Bitti (Sa Pruna) 25mila; a Santu Lussurgiu (Sos Lovros) 60mila; a San Giovanni Suergiu (azienda agricola Inps Munari) 78.500 euro; a Narcao (Riu Mannu, Riu Canai) 40mila; a Palau (Scopa) 76mila; a Luras (Ladas, Bidoru) 28mila; a Mogoro (Cortiaccia) 40mila; a Domusnovas (Su Nuargi, Su Pranu Pirastu) 87mila; ad Esterzili (San Sebastiano) 115mila; a Torralba (Tulde, Bucca e Porcu) 60mila; a Villasor (discarica Clarosu) 73mila; a Norbello (Perdu Cossu) 40mila; a Trinità D’Agultu (Li Scopi) 22mila; ad Illorai (Lettere) 70mila; a Santa Teresa Gallura (Sarra Curichena) 159mila; a Vallermosa (Terra sa Cresia) 112mila; a Domus De Maria (Rodedda, S’Accorradoxu) 80mila; ad Ovodda (Filuleri, Su Logareo) 40mila; a Villagrande Strisaili (Baccu e Stitza, Pilurthoe) 10mila; a Maracalagonis (Monte Scala Barralis) 10mila; a Porto Torres (Monte Rosè) 252mila. Al Comune di Galtellì (discarica Ponte Bartara), che aveva già beneficiato di un finanziamento di 300mila euro nel 2019 per un intervento di bonifica di particolare criticità, è stato assegnato un ulteriore finanziamento di 250mila euro per dare completa copertura finanziaria all’intervento e poter dar corso al procedimento di gara ad evidenza pubblica.

Mentre, il Comune di La Maddalena, che ha già beneficiato di un finanziamento di 300mila euro nel 2019 per un intervento di bonifica e messa in sicurezza (importo complessivo stimato in 500mila euro), ha fornito un cronoprogramma finanziario che differisce al 2021 la necessità dell’integrazione del finanziamento.