COVID-19: alla Cittadella della Salute di Cagliari arrivano rinforzi per il contact tracing

Nel centro tamponi allestito al padiglione N hanno preso servizio le prime due dottoresse neoassunte attraverso il bando di Ares -Ats e presto arriverà altro personale per fronteggiare l’emergenza sanitaria

redazione

Alla Cittadella della Salute, nel centro Covid del padiglione N, allestito da Ares ATS – ASSL di Cagliari, sono operativi i medici neoassunti che andranno a rafforzare il team per il tracciamento dei positivi da Sars-Cov2.
Sono i giovani neolaureati in Medicina e Chirurgia che hanno risposto immediatamente al bando pubblicato qualche giorno fa per l’assunzione a tempo determinato di 500 medici per fronteggiare l’emergenza sanitaria della pandemia.
Le prime arrivate in Cittadella sono due dottoresse che, già in questi giorni, dopo un breve periodo di formazione, si occuperanno del contact tracing, ossia del tracciamento dei positivi da coronavirus, collaborando così il team già presente nel punto Covid  allestito via Romagna a Cagliari.
Nei prossimi giorni il centro sarà dotato di altro personale: sono infatti cinque i laureati in Medicina e Chirurgia, sempre selezionati attraverso il bando pubblicato da ATS Sardegna, destinati alla Cittadella della Salute, che presto prenderanno servizio per dare pronte risposte  ai cittadini e rendere più efficiente il servizio di prelievo tamponi per la verifica della positività da Covid-19.