Cagliari, programma ministeriale per la “Vita Indipendente”

redazione

In attuazione del programma ministeriale per la “Vita Indipendente”, il Servizio Politiche Sociali ha dato avvio alla sperimentazione dei progetti nella Città di Cagliari, destinati a persone in situazione di disabilità, con l’avvio di due delle quattro abitazioni previste.

Nella mattinata di oggi, giovedì 3 dicembre, l’Assessore delle Politiche Sociali del Benessere e della Famiglia Viviana Lantini, ha fatto visita alla prima abitazione che ospita il gruppo delle donne avviate al progetto, realizzato attraverso il sistema della co-progettazione come disciplinato dal Codice del Terzo Settore, in partenariato con la Cooperativa AGAPE Sardegna, appositamente selezionata.

L’iniziativa è rivolta a donne e uomini adulti, con un buon livello di autosufficienza, già in carico ai servizi sociali e/o socio-sanitari, in grado di affrontare un percorso di autonomia, guidato e sostenuto da operatori professionali e da volontari.

Oltre alla dimensione dell’autonomia abitativa, il progetto sviluppa azioni di formazione professionale e attività di inclusione sociale che al termine del progetto guideranno le persone interessate verso ulteriori sviluppi.

“Rinnoviamo l’attenzione sulla ricorrenza odierna, Giornata Mondiale per la Disabilità – sottolinea l’Assessore Viviana Lantini – per dire che con i progetti di vita indipendente si arricchisce e si completa la filiera delle opportunità e dei servizi a favore delle persone non autosufficienti e si realizza gradualmente il piano locale per le non autosufficienze. Un piano composito, che comprende interventi di supporto diretto, interventi di prevenzione, promozione, inclusione sociale e socio-lavorativa, interventi per la vita in autonomia”.