2 milioni dalla Regione per le opere di ripristino del porto di Buggerru

Porto di Buggerru, rimodulazione delle risorse per 2 milioni. L’Assessore Frongia: “Ripristino immediato delle opere danneggiate dalle mareggiate”

redazione

La Regione dà il via libera alla rimodulazione delle risorse e degli interventi per la messa in sicurezza del porto di Buggerru. È stata approvata dalla Giunta regionale, su indicazione dell’Assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia la delibera con cui, a causa dei danni provocati dalle recenti mareggiate, vengono rivisti gli interventi più urgenti affidati al Comune di Buggerru affinché si possa procedere subito con il ripristino del molo di sopraflutto e delle condizioni di agibilità e accesso al porto.

La rimodulazione delle risorse, pari a 2 milioni di euro, consentirà all’Amministrazione comunale di avviare gli interventi ritenuti prioritari e quindi indifferibili.

“Si tratta di lavori il cui carattere di urgenza è dettato dal peggioramento delle condizioni in cui versa il molo di sopraflutto per via delle mareggiate che stanno mettendo in serio pericolo la già precaria stabilità strutturale del molo – spiega l’Assessore Frongia – I ripetuti fenomeni meteorologici avversi degli ultimi mesi non solo hanno messo a nudo l’inadeguatezza dell’infrastruttura portuale, ma hanno provocato ulteriori danni. Con questo provvedimento si dà il via libera all’attuazione di un primo stralcio funzionale dei lavori di ripristino del molo di sopraflutto, compresa la testata del molo e le opere necessarie ad arginare il progredire del suo degrado”.

La rimodulazione delle risorse non interviene sulle altre programmazioni che interessano il porto di Buggerru (quindi sugli interventi in atto, oggetto di convenzioni con il Comune). “Rispetto all’assetto generale dell’infrastruttura portale – continua l’Assessore – non viene meno né la necessità di un progetto generale del porto di Buggerru che sviluppi ulteriormente la fattibilità delle diverse ipotesi progettuali né la necessità di un primo intervento di dragaggio, nella misura strettamente necessaria ad assicurare una minima attività della pesca”, ha concluso l’esponente della Giunta Solinas.

Il porto di Buggerru, già oggetto di sopralluoghi da parte dello stesso Assessore Frongia è inserito nel Piano dei Porti di cui la Giunta ha già preso atto e il cui iter è in fase di completamento prima di passare al vaglio dell’Esecutivo regionale.