Selargius: per la Regione é finanziabile il riordino urbanistico di  Su Planu

Il progetto  prevede un parco urbano di oltre tre ettari, un centro di aggregazione   inclusivo e tecnologico per bambini, adulti e anziani, area cani, piste ciclabili, spazi per lo sport e oltre cento nuovi parcheggi

di Sergio Atzeni

Il Comune è pronto, ora c’è anche il via libera della Regione: il progetto destinato a cambiare il volto di Su Planu rientra tra gli interventi finanziabili dal Programma integrato per il riordino urbano.

“È un grandissimo traguardo da cui partire per iniziare a trasformare in realtà tutte le opere che andranno a riqualificare una vasta parte del quartiere”, commentano  il sindaco Gigi Concu e la vicesindaca e assessora ai Lavori pubblici Gabriella Mameli.

L’investimento è milionario, il progetto importante: parco urbano di oltre tre ettari, un centro di aggregazione polifunzionale – inclusivo e tecnologico -, pronto ad accogliere bambini, adulti e anziani, area cani, piste ciclabili, spazi per gli amanti dello sport e oltre cento nuovi parcheggi a disposizione dei residenti e non.

Sotto la lente c’è l’area compresa  tra via Loni e via Montanaru, un grandissimo spazio cittadino mai utilizzato. Dopo oltre due anni di attesa ora la soddisfazione  dell’amministrazione di piazza Cellarium perché  il progetto   ha conquistato anche i piani alti.

“Si tratta di un programma di investimento milionario che ci vedrà intervenire nel rione su più fronti, da un lato andremo a riqualificare una grande porzione di territorio sino a oggi dimenticata, dall’altra offriremo servizi fondamentali che daranno risposta alle esigenze dei residenti ripetute da oltre vent’anni e che sino a oggi, noi e le varie amministrazioni succedute, non siamo riusciti a soddisfare”. Come il bisogno di un luogo di ritrovo per gli abitanti del rione: “Un bisogno particolarmente sentito dai cittadini, che una volta conclusi gli interventi avranno a loro disposizione un centro di aggregazione da cinquecento metri quadri di coperto distribuiti su tre piani.

Al loro interno sono previste: sale per conferenze, riunioni e proiezione film, lo sportello cittadino, la sala lettura, musicale e uno spazio per le associazioni di quartiere, centro giovani, sala multimediale, centro anziani, e tanto altro”, annunciano il primo cittadino e l’assessora. Il tutto immerso in un’oasi verde destinata a diventare un fiore all’occhiello del rione e di tutta la zona.

Con parco, fontane, percorsi ciclopedonali illuminati a led e zone ombreggianti dove potersi riparare dal sole nelle ore più calde non rinunciando a stare all’aria aperta. Un’opera maestosa dal valore di 32 milioni di euro circa, che vede Comune, Regione e privati camminare nella stessa direzione. Con destinazione: Su Planu.