Il Cagliari batte la Roma 3-2 e aggancia Benevento e Torino

Il Cagliari cerca di approfittare del passo falso casalingo del Benevento, lontano solamente tre punti. E alla fine arriva la terza vittoria di seguito che riporta la speranza della salvezza

di Antonio Tore

Mossa a sorpresa di Semplici, che mostra di voler vincere la partita: per sostituire Nainggolan schiera due punte, Simeone e Pavoletti, con alle spalle Joao Pedro.

I tre rossoblù pressano il rilancio dei difensori della Roma, non facendoli ragionare in scioltezza.

E il pressing del Cagliari produce un recupero palla centrale al limite dell’area, con un lancio verso Nandez  che si incunea dell’area giallorossa ed effettua un cross deviato di tacco da Joao Pedro che favorisce l’intervento di Lykogiannis che insacca, portando in vantaggio il Cagliari al 5° minuto.

La Roma solleva il baricentro, ma non sembra incidere.

Al 26°, improvvisamente, accende la luce Pellegrini che, con un lancio verticale, offre un pallone d’oro a Carlos Perez che calcia superando Vicario, ma la palla sbatte sul palo e rientra al centro area dove lo stesso Perez si avventa insaccando per il pareggio della Roma.

Le certezze del Cagliari si sgretolano e la Roma crea diverse occasioni tra le quali una al 34° con Fazio che, un colpo di testa, costringe Vicario a un difficile salvataggio in calcio d’angolo.

Il primo tempo si chiude con un tentativo di Godin che colpisce il pallone con la nuca e lo manda oltre il fondo.

La ripresa mostra le squadre con il desiderio di vincere l’incontro, ma senza riuscire a creare vere occasioni da gol.

Al 12°, improvvisamente, il Cagliari coglie l’occasione di un rimpallo favorevole e con Marin colpisce da fuori area, riportando i rossoblù in vantaggio.

La Roma effettua un triplo cambio, ma al 62° il Cagliari segna: su un calcio d’angolo battuto da Marin, svetta Joao Pedro che di testa porta il punteggio sul 3-1.

Passano appena 5 minuti e la Roma, su un altro calcio d’angolo, accorcia le distanze con Fazio. I giallorossi spingono alla ricerca del pareggio, ma nonostante il recupero di 4 minuti deciso dall’arbitro, il risultato non cambia.

Il Cagliari è vivo e lotta fino alla fine. Tutti assieme.

(foto da Facebook pagina del Cagliari Calcio)