Reddito di emergenza: prorogate al 31 maggio le domande

Prorogata al 31 maggio la data di scadenza per la presentazione all’Inps delle domande del Reddito di Emergenza (REM) in favore di nuclei familiari in difficoltà

di Antonio Tore

Il Reddito di Emergenza (REM d.l. 34) è una misura di sostegno economico istituita con l’articolo 82 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio) in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Successivamente, il decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 ha introdotto la possibilità di richiedere un’ulteriore mensilità di REM (REM d.l. 104).

Il decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 ha previsto, poi, due ulteriori quote per i mesi di novembre e dicembre 2020 (REM d.l. 137).

Il REM è riconosciuto ai nuclei familiari in possesso dei requisiti socio-economici previsti dalla legge (articolo 82, commi 2, 3 e 6, decreto-legge 34/2020). Come per il Reddito di Cittadinanza, il beneficiario della prestazione non è quindi il singolo richiedente ma l’intero nucleo familiare.

L’importo erogato dall’Inps va da un minimo di 400 a 840 euro mensili per la durata di tre mesi.

Il termine ultimo per presentare la domanda del Reddito di Emergenza è stato prorogato fino al 31 maggio 

Per la presentazione delle domande, dato il periodo di pandemia e restrizioni, è consigliabile rivolgersi ad uno dei tanti Patronati presenti sul territorio.