Il Cagliari riparte da Semplici

Archiviata la “suggestione” Juric, approdato al Torino, il Presidente Giulini conferma l’allenatore Semplici che ha portato il Cagliari ad una salvezza insperata qualche mese fa

di Antonio Tore

Adesso c’è l’ufficialità: Leonardo Semplici guiderà il Cagliari anche nella prossima stagione calcistica, dopo aver compiuto un miracolo portando la squadra ad una salvezza che sembrava un miraggio.

Si chiudono così, velocemente, gli spifferi che indicavano in Giulini la volontà di tentare un altro azzardo, sostituendo Semplici con l’umorale Juric. Quest’ultimo, tuttavia, era stato già contattato dal Torino il cui Presidente ha silurato, senza tanti complimenti, Nicola, autore anch’egli di una salvezza insperata con i granata.

Ed è scomparso dai radar anche il suggestivo ritorno di Claudio Ranieri, a sua volta dimissionario dalla Sampdoria.

Il Cagliari, dunque, riparte dalla certezza del campionato appena concluso con la scelta di Semplici, il quale ha dimostrato, dopo alcuni inziali tentennamenti, di avere la squadra dalla sua parte e capace di restituire serenità ad un ambiente sull’orlo della depressione.

Sarà necessario affrontare e risolvere tutti i nodi della formazione, composta da vari giocatori in prestito e da altri che rientrano dopo le esperienze in altre squadre.

Starà a Semplici e Capozucca avere idee chiare sulla rosa da allestire, ma anche alla società che dovrà fare i conti con le proprie casse, impoverite a cause dei mancati introiti dovuti alla pandemia.

E Giulini ha già messo le mani avanti, ipotizzando che non sarà facile resistere alle sirene nazionali e internazionali che suonano verso Nandez, oggetto del desiderio di società dai nomi altisonanti nel panorama calcistico.

Sarà necessario programmare con grande attenzione e cercare di ottenere un mix tra giocatori esperti e giovani da far maturare nella prima squadra, come è avvenuto quest’anno, ad esempio, con Carboni.

(foto dal sito del Cagliari Calcio)