La Sardegna riparte con la zona bianca: ordinanza di Solinas

Riaprono parchi tematici, centri culturali, piscine al coperto, ristoranti e discoteche (solo per l’attività di bar e ristorazione). Confermate le norme su distanziamento e uso delle mascherine

di Antonio Tore  

Con apposita ordinanza (vedi allegato) il Presidente della Regione Solinas ha emanato le norme conseguenti alla classificazione dell’Isola in zona bianca valide dal 31 maggio 2021 al 15 giugno 2021.

L’ordinanza riguarda soprattutto le norma da rispettare per quanto riguarda le attività al chiuso (ad esempio piscine, ristoranti, discoteche, feste private in occasione di manifestazioni civili e religiose, centri benessere e termali). Per quanto riguarda le discoteche, restano i divieti per l’attività di ballo, ma potranno restare aperte per la somministrazioni di cibi e bevande.

In dette attività dovrà essere consentita la presenza di un numero di persone proporzionato ai metri cubi di aria e al tasso di ricambio dell’aria.

Ai fini delle limitazioni numeriche, comunque, non si devono computare le persone che dimostrino, con un certificato, di aver completato il ciclo di vaccinazione (doppia inoculazione per vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, unica inoculazione per Janssen);  di aver superato l’infezione da Sars-CoV2 da non oltre sei mesi;  di avere l’esito negativo di un tampone molecolare e/o antigenico rapido per Sars-CoV2, effettuato da non oltre 48 ore.

Ordinanza n. 21 – 31 maggio 2021