Dati in leggero rialzo. A Sant’Antioco vaccinato l’87%

redazione

Sono 56.735 casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 40 nuovi casi.

In totale sono stati eseguiti 1.311.051 tamponi, per un incremento complessivo di 2.079 test rispetto al dato precedente.

Non si registrano nuovi decesso (1.465 in tutto). Sono invece 130 (-1) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre resta invariato (14) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.480 e i guariti sono complessivamente 42.646 (+76).

Sul territorio, dei 56.735 casi positivi complessivamente accertati, 14.846 (+9) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.652 (+4) nel Sud Sardegna, 5.159 (+2) a Oristano, 10.867 (+5) a Nuoro, 17.197 (+20) a Sassari.

A Sant’Antioco si chiude la prima fase del piano per la vaccinazione della popolazione residente nelle isole minori della Sardegna. Nell’isola sulcitana l’87% della platea dei soggetti vaccinabili ha ricevuto almeno la prima dose.

In sei giornate, a partire dal 28 maggio, al Palazzetto dello Sport di Sant’Antioco, sono state vaccinate 7.635 persone, che si sommano ai 2.500 cittadini già immunizzati prima dell’avvio della campagna per le isole minori, progetto nato dall’accordo tra le Regioni e la struttura commissariale per l’emergenza Covid. Le somministrazioni proseguiranno con la seconda fase, per il completamento del ciclo vaccinale. Si ripartirà quindi da La Maddalena, il 5 giugno, e si continuerà con Carloforte per poi arrivare nuovamente a Sant’Antioco, per la conclusione.