Quartu Sant’Elena: da lunedi 14 rifacimento del manto stradale in Viale Marconi

Dal 14 giugno lavori per il rifacimento del manto stradale in viale Marconi da viale Colombo a Is Pontis Paris. Il Comune raccomanda agli automobilisti di percorrere strade alternative

di Antonio Tore 

Lunedì 14 giugno p.v. inizieranno i lavori di manutenzione e sistemazione straordinaria del viale Marconi, nel tratto di strada compreso tra l’incrocio con viale Colombo e Is Pontis Paris, laddove termina la competenza del Comune di Quartu. I lavori prevedono un primo intervento di scarificazione, ovvero di rimozione del vecchio asfalto, e successivamente la posa del nuovo bitume.

Un intervento atteso da tanto che permetterà di avere finalmente un dignitoso ingresso in città, con una strada più decorosa e più sicura. Viale Marconi, intensamente trafficata anche a causa dei tanti pendolari che quotidianamente la percorrono per recarsi nel capoluogo, per motivi di lavoro e di studio, sarà interessata dai lavori per una settimana circa. Sarà certamente necessaria un po’ di pazienza da parte degli automobilisti per i probabili rallentamenti che si verificheranno in quei giorni. Si tratta tuttavia di un’opera estremamente importante e attesa: indispensabile quindi un immediato intervento.

Come da prassi, i lavori comporteranno l’istituzione del divieto di sosta e fermata con rimozione forzata in entrambi i lati e, ove fosse necessario, anche la sospensione temporanea della circolazione veicolare o il restringimento della carreggiata, con conseguente istituzione del senso unico alternato. In particolare, il flusso di traffico diretto verso Cagliari sarà deviato nella via Fermi in direzione via Segrè, mentre il flusso in ingresso da Cagliari inizialmente non subirà variazioni.

Il Comune consiglia consiglia di prendere in considerazione anche i diversi percorsi alternativi, a partire dal lungomare Poetto, con accesso da viale Colombo e da via Fiume, per proseguire con il doppio varco da viale Europa (ex S.S. 554), in via Marconi e in via Pitz’e Serra.