Inaugurato il Centro di Isolamento per i pazienti a rischio infettivo al Policlinico

redazione

Sono stati inaugurati nella mattina di oggi, al Policlinico “Duilio Casula”, la nuova strada di accesso diretto all’ospedale, intitolata all’ex direttore sanitario, Roberto Sequi e il Centro di isolamento a pressione negativa del Pronto Soccorso, per le prime cure ai pazienti con rischio infettivo.

Alla cerimonia era presente il Vice Sindaco di Cagliari, Giorgio Angius, che ha partecipato al taglio del nastro insieme al Sindaco di Monserrato, Tommaso Locci, con la Vice Sindaca Maristella Lecca e il direttore generale dell’Assessorato della Sanità, Marcello Tidore.

A fare gli onori di casa, Agnese Foddis, commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Cagliari e Rosanna Laconi, direttrice del Pronto Soccorso del Policlinico che hanno accolto anche i familiari di Roberto Sequi.

Dotato di sei posti letto, con piccole camere di isolamento previste di bagno, la struttura è in possesso di tutte le migliori tecnologie del momento. Ogni paziente viene monitorato costantemente da un centro di controllo. I percorsi sono ben definiti per garantire il massimo della sicurezza per i pazienti e gli stessi operatori. Si trova accanto alla camera calda del Pronto Soccorso e sarà importantissimo non solo durante l’emergenza Coronavirus.

Il Centro di Isolamento nasce nell’ambito dell’attuale emergenza epidemiologica ma in realtà è una struttura che servirà anche quando l’emergenza sarà finita.

A partire dalla data odierna del 12 agosto 2021, al Policlinico si potrà accedere attraverso una nuova via d’accesso che dal ponte (sulla Statale 554) consentirà di arrivare direttamente all’ospedale senza dover passare attraverso la Cittadella Universitaria. Cambia nome, dunque, la strada della struttura ospedaliera che da oggi sarà via Roberto Sequi,  in onore dell’ex direttore sanitario Roberto Sequi prematuramente scomparso nel 2015.