Covid, giornata tragica in Sardegna: otto morti, terapie intensive oltre l’11%, 18 ricoveri in più in area medica

La variante Delta imperversa nell’Isola che corre verso la zona gialla

redazione

Numeri impietosi in Sardegna che, assieme alla Sicilia e alla Calabria, rischia seriamente di finire in zona gialla prima che termini l’estate.

L’ATS corre ai ripari, spostando degenti all’ospedale di Isili e aumentando i posti letto nel capoluogo, con la prospettiva di aprire nuovi posti Covid anche all’Ospedale Marino di Cagliari.

La maggior “offerta” di posti letto allontanerebbe la prospettiva della zona gialla, ma la situazione generale sembra fuori controllo, come dimostrato anche dall’aumento di ricoveri nelle terapie intensive che hanno sfondato il muro dell’11%, quindi oltre la soglia massima prevista.

In Sardegna si registrano oggi 207 ulteriori casi confermati di positività al COVID, sulla base di 2790 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 9865 test.
I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 18 (- 4 rispetto a ieri).
I pazienti ricoverati in area medica sono 158 (+18 rispetto a ieri).
7187 sono i casi di isolamento domiciliare (- 36 rispetto a ieri).
Si registrano otto decessi: cinque donne di 69, 72, 78, 81 e 82 anni e tre uomini di 47, 58 e 82 anni, tutti residenti nella Città Metropolitana di Cagliari.