Riparte con “Cenerentola” e “Circo in Villa” la stagione teatrale di CeDAC

redazione

Ha puntato sulla rivisitazione in danza di un grande classico come “Cenerentola” e su una lettura particolare ma non meno interessante, delle arti circensi come “Circo in Villa”, la CeDAC che oggi, martedì 24 agosto 2021, ha presentato il doppio appuntamento che segnerà la ripresa teatrale della compagnia cagliaritana.

Si parte domenica 29 e lunedì 30 agosto 2021 all’Arena all’aperto del Parco della Musica con il doppio appuntamento con “Cenerentola” del Nuovo Balletto di Toscana per poi proseguire dal 5 al 19 settembre con la seconda edizione di “Circo in Villa” ospitato nello scenario di Villa Pollini.

“È una programmazione che verte – ha spiegato l’Assessora Maria Dolores Picciau, intervenuta alla conferenza di presentazione degli appuntamenti – sulla multidisciplinarità e che coinvolge l’arte della danza, delle musiche e delle tecniche circensi puntando sulla ricchezza della sinergia tra le arti. E la collaborazione con la soprintendenza rende il tutto ancora più suggestivo. Questo vuole essere per noi un segnale importante per la ripresa perché la pandemia ha penalizzato moltissimo il settore della cultura in tutta la Sardegna e in particolare a Cagliari. A pagarne maggiormente le conseguenze sono stati i giovani ed è a loro che CeDAC ha voluto dedicare la rassegna perché la loro è stata tra le fasce più penalizzate”.

A fare gli onori di casa alla presentazione che è stata ospitata alla MEM – Mediateca del Mediterraneo di via Mameli a Cagliari, è stato il vice presidente CeDAC Mario Pinna che ha lasciato la parola alla Direttrice Artistica, Valeria Ciabattoni, perché illustrasse il contenuto dei due appuntamenti.

“Abbiamo voluto dare un segnale di fine estate per anticipare quello che sarà la lunghissima programmazione teatrale, calda e incandescente, dell’autunno e dell’invento. Partiremo il 29 e 30 agosto con la danza e con “Cenerentola” che darà un saggio della sapienza e bravura della Compagnia toscana. Si tratta di una rivisitazione di un classico che si può fare con la parola ma anche con il corpo in un gesto coreografico.  Dal 5 settembre, a Villa Pollini, andrà in scena la seconda edizione del “Circo in Villa” con quattro titoli che abbracceranno uno spaccato di un panorama vastissimo e complicato per la ricchezza dei linguaggi utilizzati. Il tutto per cercare di coinvolgere un pubblico giovane in una sorta di fase preparatoria per quello che sarà l’apertura delle danze nella Villa Pollini”.

Garantita la massima sicurezza durante gli spettacoli che saranno all’aperto e ai quali si potrà accedere solo con Green Pass o con gli esiti negativi di un tampone.

“Il teatro – ha concluso Valeria Ciabattoni – è stato considerato un luogo insicuro ed è stato tenuto chiuso per due anni. Invece è un luogo sicuro ma per restare tale vanno rispettate le prescrizioni di sicurezza”.