Cagliari avrà 38 collegamenti aerei durante l’inverno

redazione

A partire da domenica 31 ottobre, inizio della winter season, l’offerta di voli diretti dall’aeroporto di Cagliari prevede ben 38 collegamenti di linea, di cui 27nazionali e 11 internazionali, per un totale di 33 destinazioni servite.

Il network nazionale, oltre ai voli di continuità territoriale per Roma Fiumicino e Milano Linate operati da Volotea, propone anche i collegamenti della compagnia spagnola per Napoli, Torino, Venezia e Verona, attivi tutto l’inverno, a cui si aggiungeranno durante le festività natalizie i nuovi voli per Ancona, Genova e Palermo. Sedici invece le rotte domestiche di Ryanair, che collegheranno lo scalo
cagliaritano con Bari, Bergamo, Bologna, Brindisi, Catania, Cuneo, Milano Malpensa, Napoli, Parma, Pisa, Roma Ciampino, Torino, Treviso, Trieste e Verona, con la novità del volo per Palermo.

Per quanto attiene al network internazionale, 9 le destinazioni proposte da Ryanair, delle quali 5 sono al loro debutto invernale: Siviglia, Valencia, Porto, Budapest e Malta, mentre vengono riproposte Bruxelles Charles Le Roi, Cracovia, Londra Stansted, Parigi Bouvet.

Anche Edelweiss punta quest’inverno su Cagliari con il collegamento per Zurigo, mentre Vueling riconferma il volo per Barcellona.

Renato Branca, amministratore delegato SOGAER, ha dichiarato: “La netta ripresa del traffico sullo scalo di Cagliari, che ha raggiunto a fine settembre il 32,6% di passeggeri in più rispetto ai primi 9 mesi del 2020, con circa 2 milioni di transiti, grazie alla programmazione estiva con 85 destinazioni, su 18 Paesi e 20 nuove rotte, ha permesso, in un clima di rinnovata fiducia, di strutturare in modo decisamente ampio anche la rete di voli per il prossimo inverno. Anche i dati del mese di settembre hanno consolidato ulteriormente l’ottimo andamento della peak season estiva, con una crescita dei passeggeri internazionali del 63,8% e di quelli nazionali del 62,8% rispetto allo stesso mese del 2020 e con valori che si avvicinano a quelli registrati nel corso del 2019, anno record per lo scalo di Elmas”.