Cagliari non pervenuto: travolto 3-0 dalla Fiorentina

Cagliari decimato dagli infortuni: assenti Dalbert, Godin e Strootman, durante l’incontro sono costretti ad uscire anche Caceres e Nandez. Viola superiori nel gioco

di Antonio Tore

Niente da fare. Continua il momento nero del Cagliari. La partita dei rossoblù è durata poco più di 10 minuti, dopo che la squadra viola ha preso le misure e ha comandato il gioco a proprio piacimento.

Inutile anche soffermarsi sulla cronaca, che non ha offerto alcuna nota positiva a Mazzarri.

Alle assenze già annunciate di Dalbert e Godin, si è aggiunta quella dell’ultimo momento di Strootman che, unite agli infortuni avvenuti nel corso dell’incontro di Caceres prima e Nandez in seguito, hanno limitato, forse, la pericolosità della squadra rossoblù.

Tutto ciò non giustifica, comunque, la prova del Cagliari. Priva di mordente e di grinta, senza schemi di gioco e una fase difensiva che fa acqua da tutte parti, la squadra non sembra aver tratto giovamento dal cambio di allenatore e il viso sconsolato di Mazzarri  racconta che la svolta positiva non c’è stata.

Non è il momento di cercare colpevoli individuali, ma dovrebbe essere la Società nel suo insieme a capire il momento nero e, se possibile trovare le soluzioni alla crisi che, a questo punto, sembrerebbe irreversibile.

Prima che l’abisso dalla quota salvezza diventi incolmabile, il Presidente, il Direttore Sportivo e l’allenatore (chiunque sia) dovranno, necessariamente,  guardarsi negli occhi e assieme a tutti i giocatori trovare le soluzioni e le forze per tirarsi fuori da questa situazione che porta inevitabilmente dritta verso la serie B.