Depuratore consortile di Bosa, via libera dell’Egas al progetto esecutivo

redazione

L’Ente di governo dell’ambito della Sardegna ha approvato ieri il progetto esecutivo di ammodernamento del depuratore consortile di Bosa, presentato da Abbanoa.

I lavori, dell’importo di oltre due milioni di euro finanziati con fondi regionali, potranno essere ora avviati, permettendo alla città’ di Bosa e ai centri vicini di contare su un sistema di trattamento dei reflui maggiormente funzionale.

L’intervento prevede la riqualificazione dell’impianto, volta alla risoluzione delle attuali inefficienze, attraverso l’applicazione di tecnologie avanzate di controllo automatico dei processi, che garantiscono la massimizzazione dell’efficienza depurativa del processo e la minimizzazione dei consumi energetici.

In questo modo saranno superate le attuali criticità e sarà garantito un aumento della potenzialità del depuratore che nel periodo estivo arriverà a 26.500 abitanti equivalenti.

“Con questi interventi si segna finalmente un cambio di passo nella gestione dei reflui in un territorio a vocazione prettamente turistica che, soprattutto nel periodo estivo presentava una forte sofferenza- commenta Fabio Albieri, presidente dell’Egas- L’utilizzo delle più moderne tecnologie permetterà l’ottimizzazione dell’efficienza depurativa unita a un più attento rispetto per l’ambiente”.