A Cagliari presentazione del docufilm “Dove nasce il vento”

Martedì 23 novembre a Cagliari presentazione del docufilm “Dove nasce il vento”. Il 24 sarà  proiettato nel carcere di Uta

redazione

Martedì 23 novembre alle 18,30 e alle 20,30, a Cagliari, nella sede della Fondazione di Sardegna, sarà presentato Dove nasce il vento, opera prima del regista cagliaritano Francesco Tomba.

Nato da un’idea di Rosi Giua, e prodotto dall’associazione TusitalaDove nasce il vento è un docufilm che segue il ritorno di Rinaldo nell’isola dell’Asinara.

Rinaldo parte dalla sua casa insieme alla moglie Ottavia, e il ritorno dopo tanti anni nell’ex colonia agricola, oggi Parco Nazionale, è per lui un tuffo nella memoria tra il profumo dell’elicriso, gli asinelli, e il ricordo dei detenuti con cui ha condiviso un frammento della sua vita e il suo lavoro di pastore “sconsegnato”.

Ne emerge il quadro di un’isola che nel tempo ha cambiato vocazione più volte, ma emergono anche il riscatto di un uomo – e della sua compagna di vita –, la necessità di tenere vivo il dibattito civile, culturale e sociale sulla questione carceraria in Italia, considerata alla luce delle condizioni d’incuria, di sovraffollamento e d’inattività che si registrano nei penitenziari.

Ad agosto, Dove nasce il vento è stato presentato al Tagore film festival, in India, dove si è aggiudicato l’Outstanding achivement award. Nelle scorse settimane è stato invece selezionato nella categoria “La prima cosa bella” (opera prima) dell’Asti film festival che si svolgerà dal 14 al 18 dicembre.

Il film è stato realizzato con un budget ridotto, grazie al sostegno e al patrocinio del Parco Nazionale dell’Asinara, al contributo della Fondazione di Sardegna, della Fondazione Sardegna Film Commission e di diversi partener volontari, tra associazioni e privati (tra cui Università di Cagliari, Possible Film, Società Umanitaria Sarda, Medu-Medici per i diritti umani, Associazione Chourmo e Associazione Senza Confini di pelle).

Il progetto nasce dall’esperienza culturale e sociale che Tusitala (in collaborazione con le associazioni Chourmo e Terra Atra di Cagliari) ha maturato fra il 2011 e il 2019 dentro e fuori le carceri di Buoncammino e di Uta e dal forte legame con Rinaldo. Il docu-film è stato realizzato a partire dalla testimonianza del protagonista, che è anche poeta e scrittore: nel 2019, sono state avviate le prime riprese a San Basilio, dove vive. Nel 2020, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia Covid 19, è stata realizzata la fase di produzione.

Alla fine di ciascuna proiezione, Alessandra Piras, esperta di cinema e direttrice artistica dell’associazione culturale Tina Modotti, dialogherà con il regista Francesco Tomba, i protagonisti e il pubblico.

Il giorno dopo, mercoledì 24 novembreDove nasce il vento sarà proiettato nella Casa Circondariale Ettore Scalas di Uta.

Per le proiezioni del 23 novembre   è richiesta la prenotazione on line al seguente link: https://www.eventbrite.it/e/211141418667 

Cliccando su questo link si può invece accedere al trailer del docufilm: https://vimeo.com/567909691

Francesco Tomba. Nato a Cagliari nel 1992, vive ad Arona. Ha studiato al liceo classico Siotto, nella sua città. Dopo la laurea triennale al Dams di Bologna, dove ha frequentato un percorso sulla storia del cinema, si è specializzato allo IULM di Milano in Televisione, cinema e new media. Ha collaborato con diversi festival: Noir in festival (MI), Visioni Italiane (BO), Mostra del cinema di VeneziaDove nasce il vento è il suo primo film da regista.