Le opere dell’artista Giovanni Campus in mostra alla Galleria Comunale di Cagliari

L’Assessora alla Cultura, Maria Dolores Picciau, ha inaugurato “Tempo in processo – Opere 1965 – 2021” oltre all’omonima scultura collocata nei Giardini Pubblici

di Antonio Tore

Uno degli obiettivi dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari, guidato dall’Assessora Maria Dolores Picciau, è quello di far diventare la città come un grande museo a cielo aperto, utilizzando le aree verdi e i parchi del capoluogo come dei luoghi ideali per collocare le opere.

E un primo passo è stato fatto oggi, venerdì 26 novembre 2021 con il virtuale taglio del nastro dell’opera “Tempo in processo” realizzata dall’artista Giovanni Campus e collocata nello spazio all’interno dei Giardini Pubblici. Pochi metri di distanza separano una sorta di “L” gigante, realizzata su struttura metallica forgiata nel 2018 dai maestri carpentieri dell’azienda dei Fratelli Argiolas di Cagliari, sponsor della scultura insieme a Sardegna Marmi di Orosei, dalla Galleria Comunale.

All’interno della Galleria, in onore dell’artista che ha voluto donare la sua opera alla città di Cagliari, è stata allestita una mostra antologica, “Tempo in processo – Opere 1965 – 2021”, visitabile da oggi, venerdì 26 novembre 2021 a lunedì 28 febbraio 2022.

I dettagli della doppia iniziativa dedicata a Giovanni Campus sono stati illustrati in una conferenza stampa alla quale hanno preso parte, oltre all’Assessora alla Cultura, Maria Dolores Picciau e all’artista Giovanni Campus, anche Marco Meneguzzo che ha curato la mostra e Efisio Carbone in rappresentanza del Servizio Cultura.

“Questo progetto legato a Giovanni Campus – ha commentato l’Assessora Picciau – si articola in due eventi, uno che riguarda la mostra e l’altro che ha come oggetto l’installazione di una sua opera nei Giardini Pubblici. Parliamo di un artista molto importante che, non a caso, ha affrontato uno degli argomenti più delicati come quello del concetto di tempo. Preziosa, l’opera che abbiamo collocato davanti alla Galleria perché oltre alla sua importanza, ci da l’opportunità di alimentare il concetto di nuova modulazione del contesto urbano e ambientale di Cagliari. Vogliamo arricchire aree verdi e parchi con tante opere in modo da fare della città un museo a cielo aperto”.