Borracce per gli alunni: iniziativa del Comune di Cagliari

L’Assessorato alla Pubblica Istruzione lancia “La scuola per l’ambiente”

redazione

Un importante segnale di sensibilizzazione al tema dell’ambiente arriva dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione che sta organizzando in questi giorni la consegna di borracce da destinare ai piccoli scolari e scolare che hanno iniziato il primo ciclo di scuola in questo anno scolastico.

Il Comune di Cagliari aderisce alla campagna ministeriale #PFC (Plastic Free Challenge) promossa dal Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e grazie alla mozione del Consiglio Comunale del 17 settembre 2019 “Cagliari Plastic Free”, numerose sono le azioni individuate dall’Amministrazione comunale che hanno come obiettivo ridurre il consumo della plastica.

Per questo motivo l’Assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Cagliari, Rita Dedola grazie alla collaborazione del Servizio Pubblica istruzione, ha voluto farsi portatrice del messaggio “La scuola per l’ambiente” con la fornitura gratuita ai bambini e alle bambine della prima classe della scuola primaria, di colorate borracce contenitore per l’acqua.

“La scuola, quale luogo deputato all’educazione e alla sensibilizzazione ai temi cogenti del nostro tempo, non può prescindere – ha spiegato Rita Dedola – dall’essere protagonista di azioni che vanno nella direzione di proteggere il pianeta dalla plastica, visto che l’Europa è il secondo Paese produttore di plastica al mondo e ne riversa in mare, ogni anno, 500mila tonnellate”.

“Forte di questa grande responsabilità, che tutti noi abbiamo, di liberare il mare dalla plastica – ha proseguito l’Assessora alla Pubblica Istruzione – ho voluto per questo anno scolastico, che i bambini e le bambine che hanno iniziato in questo 2021 il primo ciclo di studi, ricevessero in dono una borraccia contenitore per l’acqua”.

L’uso della borraccia in acciaio ha come finalità sia quella di limitare l’uso delle bottiglie di plastica, con un risparmio evidente per famiglie e ambiente, sia quello di contribuire a tutelare il bene più prezioso che abbiamo: l’acqua, evitando sprechi e cattive abitudini di utilizzo.

“La consegna delle borracce – ha concluso l’Assessora Dedola – è già iniziata e terminerà entro dicembre. Per questo vorrei ringraziare i Dirigenti scolastici per la collaborazione e per aver aderito al messaggio universale che proteggere l’ambiente ora, contribuisce a far crescere i nostri bambini e le nostre bambine in un mondo migliore, domani. Vorrei anche ringraziare la Commissione Pubblica Istruzione e la sua Presidente Roberta Perra, perché in occasione di un sopralluogo alla scuola di Via Schiavazzi consegneranno un quantitativo di borracce per i bambini e le bambine del Plesso Tuveri-Randaccio”.