Alla MEM la tavola “Il bullismo” donata dall’artista Luigi Pillittu

L’assessora Picciau: “Occorre tenere alta l’attenzione su un fenomeno sociale gravissimo”

di Antonio Tore

Se la bellezza è uno fra i più potenti strumenti comunicativi, Luigi Pillittu è uno di quegli artisti che ne fa uso ogni giorno. E con la sua colorata tavola “Il bullismo”, incoraggerà le persone che frequentano la MEM di Cagliari e la sala lettura al primo piano, a dire “basta” e non restare in silenzio per “mettere fine ai comportamenti di prepotenza dei bulli e cyberbulli”.

Ne è convinta l’assessora Maria Dolores Picciau, che questa mattina di mercoledì 2 marzo 2022, proprio alla Mediateca del Mediterraneo di via Mameli 164, ha chiamato a raccolta i giornalisti per presentare ufficialmente il dipinto, assieme al suo autore. L’obiettivo è quello “tenere alta l’attenzione su un fenomeno sociale gravissimo”.

All’incontro hanno partecipato in videoconferenza anche gli studenti delle classi 1A, 2A, 2B e 3A dell’Istituto comprensivo “Giusy Devinu”, con i loro professori e la dirigente scolastica Federica Iecle, che ha rimarcato l’importanza di “fare rete”.

L’opera che Pillittu ha donato al Comune di Cagliari, si inserisce all’interno di un contesto, quello della MEM, abitualmente frequentato da giovani e studenti, affrontando dunque l’argomento con tratti di istintiva comprensione. E in effetti già al primo sguardo non lascia dubbi sul messaggio che vuole veicolare neanche ai visitatori meno attenti. Seppur vivacemente colorata, “Il bullismo” ritrae un gruppo di ragazzi che ne percuotono un altro. Sullo sfondo donne e madri che piangono.

Insomma, un modo per sensibilizzare soprattutto il mondo della scuola e dell’università affinché siano proprio i più giovani a rendersi consapevoli dei danni che le azioni di bullismo comportano. “Parlate ragazzi, con i vostri genitori, con gli insegnanti e con gli amici”, l’appello dell’artista per abbattere il muro d’omertà che spesso protegge questo fenomeno.