Giocatori italiani utilizzati in serie A: il Cagliari al secondo posto

Il Cagliari è al secondo posto tra le squadre di serie A che utilizzano maggiormente giocatori italiani, preceduto solo dall’Empoli

di Antonio Tore 

Dopo la esclusione della Nazionale di Calcio dal Campionato del Mondo, moltissime testate giornalistiche e semplici tifosi si sono interrogati sul diverso rendimento di alcuni giocatori con la maglia azzurra rispetto alle prove disputate con le proprie squadre di club.

Moltissimi hanno attributo la mancata qualificazione allo scarso affiatamento dei giocatori che, in effetti, debbono impegnarsi nelle squadre da cui sono lautamente stipendiati, non solo nel massimo campionato, ma anche nelle coppe europee che, con la visione su canali sportivi, portano introiti alle stesse società, comprimendo, quindi, le disponibilità ad allenarsi con gli altri giocatori per quanto riguarda gli impegni della nazionale.

Ciò è valido sia per gli italiani che gli stranieri, questi ultimi presenti in gran numero nelle diverse squadre e che farebbero da muro all’utilizzo dei giocatori italiani dei settori giovanili, giovandosi anche delle agevolazioni fiscali dovute al cosiddetto Decreto Crescita.

In questa ottica,  Sky Sport ha pubblicato una interessante classifica della squadre del campionato di serie A  che hanno impiegato i giocatori italiani, individuando il loro numero  e le percentuali rispetto al totale.

Si assiste, così, al continuo calo dei giocatori italiani tesserati dalle società che passano da 241 del campionato 2017-2018 arrivano a 213 del 2020-2021, mentre gli stranieri, da 292 tesserati nel 2017-2018 diventano 368 nel campionato 2021-2022.

Anche le percentuali di utilizzo favoriscono i giocatori stranieri. Infatti si va dal 55% del 2017-2018 al 64% del 2021-2022, mentre gli italiani sono scesi in campo per il 45% nel 2017-2018 per arrivare al 36% dell’attuale campionato.

Tra le squadre che maggiormente utilizzano giocatori stranieri spicca l’Udinese che, nel campionato 2021-2022 ne ha finora impiegati 21 per complessivi 84,69% minuti giocati, mentre sono stati solamente 5 i giocatori italiani che  hanno coperto il restante 15,31% del tempo.

Seguono Torino, Atalanta, Napoli, Milan, Bologna, Inter, Roma, Spezia, Salernitana, Lazio, Juventus, Venezia, Fiorentina, Verona, Sassuolo e Sampdoria.

Al terzo posto per utilizzo di giocatori italiani figura il Genoa che ne ha impiegati 20 pari al 54,12% dei minuti giocati, rispetto ai 19 stranieri che hanno giocato per il 45,88%.

Il Cagliari si colloca al secondo posto di questa particolare classifica, con una particolarità: i 15 giocatori italiani utilizzati hanno giocato per 60,22% di minuti, mentre i 17 stranieri sono stati impiegati per il 39,78%.

In testa alla classifica si pone l’Empoli che ha utilizzato 18 italiani per il 63,10%, mentre hanno giocato solamente 9 stranieri con una percentuale, quindi, del 36,90%.

La classifica stilata da Sky Sport potrebbe, quindi, fornire una indicazione al Commissario Tecnico della Nazionale Mancini che sembra essere orientato a riconfermare la propria disponibilità a continuare l’avventura.

La statistica dovrebbe servire anche alle Società che, data anche le difficoltà di molti  bilanci, dovrebbero avere il coraggio di investire maggiormente nei giovani dei propri vivai, evitando anche di acquistare giocatori stranieri da far giocare solamente nelle squadre Primavera.