La Sardegna partecipa al progetto “For. Italy”

redazione

“La Sardegna è la seconda regione italiana per estensione di superfice boscate con un milione di ettari e la Giunta regionale punta alla tutela e alla salvaguardia dell’enorme patrimonio forestale, anche attraverso la qualificazione e la formazione degli operatori del settore. Perciò, partecipando al bando nazionale del progetto ‘For Italy’ abbiamo colto un’opportunità per acquisire competenze, formando dieci istruttori forestali che potranno essere impiegati nei corsi in ambito forestale”.

Lo ha detto l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis, durante la visita, accompagnato da Maurizio Mallocci, direttore generale di Forestas, e da Maurizio Zanin, dirigente dell’Agenzia foreste demaniali della Provincia autonoma di Trento, al centro forestale di San Giorgio in Val di Sella, dove, da oggi fino all’8 aprile, nell’ambito delle attività del progetto “For. Italy”, si svolge la sesta settimana del corso per istruttori forestali.

Alla Regione Sardegna è stato assegnato un contributo di 189mila euro e l’agenzia Forestas è stata individuata come soggetto attuatore del progetto, organizzando il cantiere dimostrativo, ospitato lo scorso 16 settembre nel complesso forestale di Monte Arci, e il corso attualmente in corso nelle montagne trentine.

“Il progetto ‘For. Italy’, predisposto dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e finanziato con il ‘Fondo per le foreste italiane’, nasce dalla collaborazione tra diverse Regioni e rappresenta un primo e importante risultato della cooperazione interistituzionale – ha aggiunto l’assessore Lampis – Oltre alla Sardegna, partecipano le Regioni Piemonte, nel ruolo di capofila, Basilicata, Calabria, Liguria, Lombardia, Sicilia, Toscana e Veneto. Grazie a questa ampia partecipazione, nel progetto vengono proposte le migliori e più efficaci buone pratiche, che localmente hanno contribuito a definire un settore forestale più consapevole del proprio ruolo, e si potrà contare su personale altamente qualificato”.

“Il Progetto consentirà di veicolare in modo omogeneo e organico sul territorio nazionale la formazione e l’informazione degli operatori del comparto forestale e di garantire una più efficace collaborazione tra pubbliche amministrazioni, tecnici e imprese”, ha concluso l’esponente della Giunta Solinas.