Echi lontani, sabato a Cagliari Julia Krichner e David Blunden

Sabato nel Palazzo Siotto di Cagliari lieder e cantate con gestualità d’epoca per una serata dedicata al classicismo viennese. In scena ci saranno Julia Krichner e David Blunden

redazione

Sabato 28 maggio a Cagliari il festival Echi lontani prosegue nell’affascinante cornice del Palazzo Siotto dove alle 20,30 Julia Kirchner (soprano) e David Blunden (fortepiano) saranno i protagonisti del concerto “Non partir bell’idol mio”.

Lieder e cantate del classicismo viennese con gestualità d’epoca saranno al centro del programma dedicato agli straordinariamente produttivi anni ’90 del Settecento, e basato sul lavoro delle due “icone” del classicismo musicale Joseph Haydn e Ludwig van Beethoven.

Le Arie da Concerto “Scena di Berenice” e “Ah! Perfido”, che devono essere eseguite in maniera semi-scenica, danno lo spunto per una serata sul tema dell’”Addio”. Le canzonette inglesi di Haydn sulla stessa materia ampliano lo spettro delle emozioni coinvolte, dall’ironia all’estrema disperazione e drammaticità. In linea con la pratica programmatica del tempo – come nel caso dei saloni borghesi, ad esempio – alcuni movimenti individuali delle sonate per pianoforte completano il programma.

Biglietti: intero 7 euro, ridotto (diversamente abili, studenti, under 14 e over 65) 5 euro.

Prenotazioni: 347 4384788 o scrivendo a biglietteria@echilontani.org.

Informazioni: www.echilontani.org; Fb: Echi lontani- Cagliari; Instagram: Echi lontani.

Echi lontani è realizzato con il contributo di: Regione autonoma della Sardegna, Comune di Cagliari, Fondazione di Sardegna.

In collaborazione con: Fondazione di ricerca “Giuseppe Siotto”, Ordine dei cavalieri di Malta.

Con il patrocinio della Città metropolitana di Cagliari e del Conservatorio “G. P. da Palestrina”.

Julia Kirchner è nata in Turingia, Germania. Ha studiato canto moderno e storico, pedagogia vocale, interpretazione del Lied e lingue romanze a Basilea, Lipsia, Weimar, Londra e Roma con il Prof. Ulrich Messthaler, la Prof. Jeanette Favaro-Reuter, Marek Rzepka, il Prof. Karl-Peter Kammerlander, Penelope MacKay e Sara Mingardo. Ha inoltre tratto grande ispirazione lavorando con René Jacobs, Sigiswald Kuijken, Sigrid T’Hooft, Susanne Scholz e Margreet Honig.

Il soprano canta un ampio repertorio che include musiche dal rinascimento fino al ventesimo secolo. Come solista lavora in tutta Europa ed è invitata ad esibirsi in numerosi festival di musica.

Affascinata dal ricco repertorio della musica antica, adora riscoprire tesori musicali nascosti e dare loro nuova vita nelle esecuzioni, condividendo il suo entusiasmo con il pubblico. È particolarmente interessata all’arte della gestualità barocca, e le sta molto a cuore presentarla sulla scena con aderenza alla prassi esecutiva dell’epoca e, al tempo stesso, con vivacità. Per questo ha lavorato con il gruppo scenitas e con altre formazioni sulla realizzazione dei propri progetti. Da 2018 dirige la serie dei concerti ‘tesori della musica’ a Basilea, Svizzera.

Julia Kirchner è stata vincitrice e finalista in diversi concorsi internazionali (l’ultimo è stato, nel 2019, Voci Olimpiche, concorso internazionale opera barocca) e la sua produzione artistica è documentata in varie registrazioni e trasmissioni radiotelevisive.

David Blunden ha ricevuto le sue prime lezioni di pianoforte e organo nella sua città natale, Sydney. Con una borsa di studio per giovani talenti, ha iniziato a studiare organo con David Rumsey al Sydney Conservatorium of Music nel 1991 e ha completato i suoi studi nel 1997 con una laurea in musica con lode.

Il suo particolare interesse per la musica del XVII e XVIII secolo ha portato David Blunden alla Schola Cantorum Basiliensis nel 1998. Qui ha completato una vasta gamma di studi post-laurea con particolare attenzione all’organo con Jean-Claude Zehnder, al clavicembalo con Andrea Marcon e all’improvvisazione con Rudolf Lutz, e nel 2002 ha conseguito il diploma in musica antica con lode. Nel 2001 è stato premiato al rinomato Concorso d’organo Paul Hofhaimer di Innsbruck. David vive attualmente a Basilea e intraprende una carriera internazionale come solista e musicista d’insieme. Si è esibito in molti festival, teatri e chiese famosi in tutta Europa e in Australia e ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche e CD. Con l’ensemble Le Jardin Secret, di cui è co-fondatore, ha vinto lo York International Young Artists Award nel 2007. È anche membro dell’ensemble Capricornus di Basilea.

David Blunden appare regolarmente anche come accompagnatore di cantanti al clavicembalo, organo e fortepiano. Viene spesso assunto come assistente in produzioni liriche e dal 2009 lavora come accompagnatore per i corsi di canto della Schola Cantorum Basiliensis.